Insediamento di Pazze Torre San Giovanni Marina di Ugento

  Insediamento di "Le Pazze"
(a cura del dott. Roberto Maruccia)


 
 
In località Le Pazze, a km.1,7 N O in linea d'area rispetto alla torre costiera, prospiciente l'omonimo isolotto, è presente una duna sabbiosa tagliata lungo il lato est dalla moderna S.P. Torre S. Giovanni - Gallipoli.
Sulla sommità di questa a circa m.27 s.l.m. è stata individuata un area di frammenti fittili. Questa potrebbe almeno in parte essere interessata dal dilavamento, visto la natura scoscesa della duna sottoposta a continue erosioni naturali.
 
 
La visibilità è buona e l'area di dispersione è di m. 50 parallela alla linea di costa e di m. 20 in direzione est.
Il materiale comprende tutti frammenti dell'età del bronzo fra cui: uno di parete carenata di olla, numerosi frr. di parete di piccolo contenitore. L'insediamento di Pazze è noto anche nella bibliografia archeologica, perché scavato da G. Cremonesi negli anni settanta.(9) Inoltre, sempre in riferimento a questo insediamento costiero, abbiamo notizie di un'antica specchia, andata distrutta in epoca recente, al seguito di lavori per la realizzazione della moderna strada. Questa specchia, detta anche di Carlo Magno (10) o Delle Pazze (11) trovava riferimenti con le specchie presenti nell'insediamento dell'età del bronzo di Roca Vecchia e altri insediamenti protostorici della penisola salentina. (12) La frequentazione di Pazze, sulla base dei dati di scavo, si fa risalire al bronzo finale.


 
  Planimetria della capanna  
   
     
  (9) Bianco. 1980. pp. 5-44.
(10) Zecca. 1963. p. 114.
(11) Neglia. 1970. pp. 20, 24, 27, 31, 103.
(12) Bianco. 1980. p. 67.